Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Archivio notizie

12 Luglio 2011

Diamo concretezza alla vita indipendente in Lombardia

Il Comitato Lombardo per la VitaIndipendente delle persone con disabilitÓ scrive un appello alle Istituzioni regionali ed avanza una proposta per stanziare una cifra specifica per finanziare i progetti di Vita indipendente

Alla cortese attenzione
Giulio Boscagli
Assessore all'Integrazione e alla SolidarietÓ sociale
Fabrizio Cecchetti 
Presidente della Commissione I Programmazione e Bilancio
p. c.
Margherita Peroni
Presidente della Commissione III SanitÓ e Assistenza
Davide Boni
Presidente del Consiglio regionale


oggetto: richiesta di destinazione fondi per i progetti di VitaIndipendente


Gentili Consiglieri e Assessore,
allo scrivente Comitato Lombardo per la VitaIndipendente delle persone con disabilitÓ Ŕgiunta notizia di una imminente riunione della Commissione I "Programmazione e Bilancio"del Consiglio Regionale, per l'assestamento del bilancio
Ci preme, per l'occasione, ricordare ai Consiglieri e agli Amministratori interessati l'importanza crescente dei temi legati alla VitaIndipendente; e, nel contempo, l'attacco di recente portato ad essi dal Governo centrale della Repubblica (tagli sconsiderati alla spesa sociale, azzeramento del fondo per la non-autosufficienza)
A questo proposito salutiamo con sollievo la decisione della Regione Lombardia di incrementare le risorse destinate alle politiche sociali per l'anno 2011 e rileviamo con soddisfazione l'impegno della stessa nel fare pressione verso il Governo per ripristinare i finanziamenti da poco tagliati o azzerati, come promesso in occasione della manifestazione del 19 maggio scorso
Abbiamo valutato in circa 15 milioni di € annui la spesa per coprire i progetti personali di VitaIndipendente nel prossimo esercizio di bilancio
Abbiamo tenuto conto, proponendo questa cifra, della necessitÓ di promuovere questa forma di assistenza e, in particolare, della necessitÓ di favorire i progetti personalizzati presentati in maniera autonoma dai soggetti interessati - soprattutto tenendo conto dei nuovi orientamenti espressi dalla Regione a favore di un maggiore ascolto della domanda per poter opportunamente orientare l'offerta
Ci preme inoltre ribadire che, secondo la nostra visione, il diritto alla VitaIndipendente, e tutto quanto ad essa attiene, nel futuro dovrÓ essere il principio ispiratore e la base di ogni intervento sociale rivolto alle persone con disabilitÓ. Gli altri interventi ad oggi in essere, o loro future evoluzioni, dovranno essere gradatamente abbandonate per poter rispondere temporaneamente solo a quelle situazioni altamente complesse nelle quali tale principio necessiti di modifiche condivise con le persone stesse o loro rappresentanti.

Restiamo a disposizione per ogni ragguaglio e fidiamo nelle vostre capacitÓ di ascolto

Cordiali saluti
per l'associazione
Filiberto Crisci
Ida Sala

29 giugno 2011
___________________
Comitato Lombardo per la VitaIndipendente delle persone con disabilitÓ
Via D Cristoforis n║ 1 - 22100 Como - tel. c/o Ida Sala: +39 031 / 267 412
tel. c/o Enzo Leos: +39 0341 / 703 202 - e-mail: vitaindiplombardia@yahoo.it

Condividi: Logo Facebook Logo Twitter Logo mail Logo stampante