Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Logo Ledha

Mediateca - I film

Torna all'indice

Sweetie

Regia: Jane Campion

Durata: 100 min.

Origine: Australia - 1989

Formato: VHS DVD

Genere: Drammatico

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=DPCnM6M7v4w

Disponibile al prestito: No

Kay, una ragazza australiana di famiglia modesta, è condizionata fin dall'infanzia dalla prepotente e viziata sorella maggiore, Sweetie, che sopra a un albero del giardino aveva fatto il suo "castello", luogo magico, pieno di lampadine colorate, dove regnava come principessa, vietando però a lei di salirvi. Ora Kay, divenuta adulta, lavora e ha una vita ordinata, in cui non c'è amore, ma solo sesso, però ha mille paure segrete perchè soffre di gravi turbe psichiche, delle quali gli altri non si accorgono. Quando una chiromante le descrive l'uomo che amerà seriamente, Kay lo identifica subito con Louis (fidanzato di una collega), si unisce a lui e il loro amore sembra felice. Ma, dopo un anno, viene ripresa dalle sue angosce, rifiuta di fare l'amore con Louis, e si chiude in se stessa. Quando il giovane pianta in cortile un alberello per festeggiare il loro primo anniversario, lei, terrorizzata dalla possibile morte della pianticella, di notte la strappa, ma la conserva ormai secca in un armadio. Improvvisamente le piomba in casa Sweetie, col suo attuale compagno, Bop, un ex drogato, col quale vuol darsi al teatro: il padre, infatti, l'ha persuasa fin da piccola di avere talento. E ora Sweetie, grassa, sciatta, delirante e vitalissima, si istalla con Bop nel piccolo alloggio in cui vivono Kay e Louis, mettendolo a soqquadro. Inutilmente la sorella le ordina di andarsene, perchè l'altra cerca solo di ferirla. Sweetie ha una sensualità sfrenata (tenta di sedurre anche Louis), e va soggetta a paurose crisi di collera, che le servono per farsi temere. Giunge anche l'anziano padre delle due donne, Gordon, ossessionato dal suo grande affetto per la figlia maggiore, che non vuole venga ricoverata in un ospedale psichiatrico. Ora la moglie, Flo, è andata a lavorare lontano per qualche tempo, e Gordon, Kay e Louis vanno da lei lasciando Sweetie a casa con uno stratagemma. Al loro ritorno la trovano molto peggiorata; è regredita, imita i latrati di un cane, ma forse simula. Poi la famiglia si riunisce nella casa dei genitori, dove Sweetie torna sopra il suo albero, nuda e con tutto il corpo dipinto. Mentre la madre cerca di farla ricoverare, il padre vuole calmarla e farla scendere. Allora la donna, infuriata, fa crollare il "castello", provocando il ferimento di Gordon e la propria morte. Dopo la scomparsa della sorella, Kay ritrova un amore completo con Louis e il proprio equilibrio.

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Informativa sull'uso dei cookie

LEDHA - Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it
Codice Fiscale 802 0031 0151 - P.IVA 07732710962
Realizzato da Head&Hands & MediaDesign